Русская версия сайтаDeutsch VersionEnglish VersionVersione Italiana

L’Entroterra maremmano

La Maremma dei borghi medievali, dell’enogastronomia, della cultura.

Oltre alle stupende coste, suggeriamo di visitare l’entroterra, dove gli splendidi paesaggi di dolci colline coronate di paesini medievali, fanno della Toscana uno dei luoghi più belli d’Italia e del mondo. 

Un primo esempio è Capalbio (32 km) che svetta, con la torre merlata della rocca aldobrandesca, su un colle boscoso circondato dalla campagna maremmana. Il borgo, apprezzato da un pubblico VIP, è anche rinomato per l’aspetto enogastronomico grazie ai suoi vini e a piatti a base di cacciagione e cinghiale in particolare. Poco distante, in località Garavicchio (32 km) non si può perdere il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle decorato con le coloratissime Nanas. 

Sempre a proposito di vini, allontanandoci ancor di più dal mare, troviamo Scansano (45 km), un meraviglioso borgo di origine etrusca, oggi famoso per il Morellino, vino rosso DOCG tra i più conosciuti. Così come lo è il territorio di Magliano in Toscana (27 km), caratterizzato com’è da distese di viti, ma anche olivi. Da non perdere “Vinellando”, nel mese di agosto, con degustazioni di vini e piatti tipici.

Proseguendo sulla strada Maremmana, troviamo le “città del Tufo”, borghi medievali fortificati che si ergono su un area tufacea: Sorano (71 km); Sovana (62 km) e le sue necropoli; Pitigliano (62 km), che ci regala una suggestiva veduta sia dalle sue mura che sulla strada che conduce ad esso. Quest’ultimo borgo è anche famoso per la “Piccola Gerusalemme”, la comunità ebraica che dal Quattrocento si è insediata in Maremma: la cucina kasher e la Sinagoga sono i segni più rilevanti di questa convivenza lunga e felice.

A Saturnia (57 km) è d'obbligo immergersi nelle acque sulfuree: ce ne sono di pubbliche e di private in questa cittadina definita la "capitale delle terme". Da non dimenticare, poi, la vivace Grosseto (43 km), cinta dalle cinquecentesche Mura Medicee ed i siti archeologici di Vetulonia e Roselle, testimoni della misteriosa civiltà etrusca.

Spostandoci più a nord, un interessante itinerario è quello che ci offrono le “colline metallifere”. Quest’area prende naturalmente il nome da importanti centri minerari e siderurgici quali furono Gavorrano (85 km), Montieri (98 km) e Monterotondo (117 km), i cui territori sono ancor oggi caratterizzati dalle sfumature dei minerali che si fondono con i colori della natura e dei borghi e castelli. E poi c’è la splendida Massa Marittima (97 km), già piccola città repubblica del Medioevo, con i suoi due poli monumentali di impressionante effetto: il complesso del Cassero e il Duomo, che si ergono nella meravigliosa piazza, teatro e anima di questo paese. Basti pensare all’antica rievocazione del Balestro del Girifalco, un gioco storico (a maggio e ad agosto) dove ci si sfida al tiro della balestra. Sul litorale fatto di candida sabbia e rigogliosa pineta e macchia mediterranea, troviamo Follonica (91 km) e Scarlino (88 km), due importanti poli turistici per l’area settentrionale maremmana.

Tra parentesi le distanze dall’hotel.

Per approfondire:

guida in maremma: http://www.about-maremma.com/
il nostro consorzio: http://www.consorziomaremmare.it/
la strada del vino: http://www.stradavinimaremma.it/
il pesce: http://www.dimaremma.it/

Ultime News

  • Buone nuove l’8 aprile
    Marzo 31, 2017

     

    Buone nuove l’8 aprile

     

    In questo periodo una buona notizia arriva sempre: l’apertura del Baia d’Argento per il 2017 è l’8 aprile prossimo.

     

     
  • Riapriamo con gusto
    Marzo 29, 2016

    Ci lasciamo l’inverno alle spalle ed appena arriva la primavera il Baia d’Argento è pronto ad una nuova stagione.

     
  • Tax free
    Febbraio 18, 2015

    Nessuna tassa di soggiorno all’Argentario.

     
  • 2015, la nuova stagione
    Febbraio 18, 2015

    Nuova stagione, buone nuove.

     
  • Finger Food e Birre
    Giugno 21, 2014

    Finger Food e Birre, le novità al ristorante

     
  • Sapori di Pasqua
    Aprile 15, 2014

    I Sapori di Pasqua